Oggi è un giorno molto triste per la FIPIC che perde uno dei suoi dirigenti più cari. Angelo Vitiello è scomparso oggi all’età di 65 anni. Una vita intera dedicata alla pallacanestro in carrozzina con grande entusiasmo e dedizione.
“Non trovo le parole tanto è il dispiacere. – ha commentato il presidente federale Fernando Zappile – Sono mille i ricordi che ci accomunano di una vita spesa insieme sui campi da basket, c’era rivalità ma anche tanto rispetto. Ha avuto il grande merito di portare il basket in carrozzina ai massimi livelli della squadra di cui è stato presidente di lungo corso, la storica Anmic Sassari, regalandoci tante emozioni conseguendo i traguardi più prestigiosi per oltre un decennio. Ci lascia una grande eredità quella di un amore infinito per il nostro sport”.
“E’ stato uno dei primi dirigenti che ho conosciuto quando entrai all’Ufficio Stampa della Fisd nel lontano 1995 e ne conserverò sempre il ricordo. Amava i giovani e i grandi giocatori che è riuscito a portare in Sardegna da ogni parte del mondo - ha detto il Segretario generale Alessia Ferri.
“Non posso crederci, se ne va un pezzo storia – ha detto il direttore tecnico della Nazionale maschile Carlo DI Giusto – le sfide tra di noi sono state incredibili quando allenavo il Santa Lucia. Una sana e irrinunciabile competizione, ma sempre leale, sia in campo che quando c’era da mettere sotto contratto un giocatore. Mancherà a tutti noi.”
Alla Sua Famiglia giungano le più sentite condoglianze della FIPIC a nome del Presidente federale Fernando Zappile, del Vicepresidente Chiara Coltri, del Consiglio federale, del Segretario generale, del direttore sportivo e del direttore tecnico, del CIA, dei dipendenti e di tutti i collaboratori federali.
Da Presidente della Anmic Sasssari, Angelo Vitiello, ha vinto 6 titoli nazionali (2000-2001-2002-2003-2004-2005), 3 Coppa Italia (1999-2000-2002), 6 Supercoppa (2001-2002-2003-2004-2005-2012), la Coppa dei Campioni nel 2002. Ha portato in Sardegna i giocatori più forti del panorama internazionale, dando lustro alla sua amata terra sarda ed all’intero movimento cestistico italiano della pallacanestro in carrozzina. Negli ultimi anni ha ricoperto il ruolo di delegato regionale della Sardegna per la federazione.
Per onorarne la memoria su tutti i campi di gara nelle giornate di sabato 5 e domenica 6 febbraio verrà osservato un minuto di silenzio.

Ultime News

GIORNATA DI CONFERME NEI DUE GIRONI DI A

Vincono le prime due di ciascun raggruppamento, già...

SERIE A AL GIRO DI BOA

Si chiude il girone di andata, già decise le quattro...

PRIMA FUGA DI BRIANTEA E S. STEFANO

I campioni d’Italia e i marchigiani leader solitari dei...